Lo Screening Neonatale sta salvando tante vite. Nuove sfide ci attendono.

0

Dal 2016 in Italia c’è una legge importantissima: la 167. Che da anni sta salvando piccole vite grazie allo screening neonatale esteso e gratuito. È stata la prima legge del MoVimento 5 Stelle e sono orgogliosa che porti il mio nome. Così come sono fiera della lotta portata avanti e vinta quando eravamo ancora all’opposizione. La stessa battaglia che oggi vincono tantissime famiglie grazie a un unico test, un semplice prelievo di sangue dal tallone nei primi giorni di vita del loro piccolo, grazie al quale si identificano patologie metaboliche rare, molto difficili da riconoscere, che degenerano rapidamente, in alcuni casi, in poche ore. E se non si interviene immediatamente si rischiano danni irreversibili che possono portare addirittura a gravi disabilità intellettive e fisiche, se non alla morte. Ecco a cosa può portare un ritardo diagnostico. Un ritardo che grazie a questa legge viene superato.

A luglio, l’Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa ha approvato all’unanimità una mia risoluzione in merito che, con mio grande orgoglio, è divenuta posizione ufficiale dell’Organizzazione sul tema. Il mio intento è stato – e rimane – quello di diffondere la cultura dello screening neonatale anche a livello internazionale, perché si tratta di un obiettivo di sviluppo sociale di respiro globale. Fa davvero male, infatti, pensare che un bambino possa essere destinato alla disabilità o alla morte solo perché non ha avuto la fortuna di nascere “nella parte giusta del mondo”.

Voglio ringraziare tutte le persone che con me hanno condiviso quello che sembrava un vero e proprio sogno e che oggi sta raggiungendo dei risultati che probabilmente neanche noi riuscivamo a immaginare.