Si chiude un’epoca, quella dei privilegi

5

È un momento storico e proprio per questo ho deciso di lanciare il mio blog.

Ieri si è chiusa per sempre la pagina dei vitalizi parlamentari.

Il Consiglio di Presidenza del Senato, di cui ho l’onore di fare parte in quanto Vice Presidente, ha approvato definitivamente la delibera che taglia i vitalizi agli ex senatori.

A luglio già la Camera aveva tagliato i vitalizi agli ex deputati, grazie alla tenacia dell’amico e Presidente della Camera Roberto Fico e di tutti i colleghi del Movimento 5 stelle.

Solo alla Camera risparmieremo 40 milioni di euro l’anno.

Con il taglio anche al Senato, aggiungiamo altri 16 milioni di risparmio

Attualmente ci sono circa 2600 parlamentari che ricevono il vitalizio per un costo di 207 milioni di euro. Se sommiamo la cifra della Camera e del Senato, otteniamo un un risparmio di circa 56 milioni l’anno, e cioè circa 280 milioni a legislatura.

Ora l’obiettivo è fare in modo che vengano tagliati anche ai consiglieri regionali.

In questo modo i risparmi arriverebbero a superare i 100 milioni di euro annui.

Tutti soldi che sono stati illegittimamente tolti ai cittadini e che oggi tornano ai cittadini.

A tal proposito vorrei richiamare le parole del Presidente dell’Inps Boeri che è venuto in audizione qui al Senato: “Le regole dei vitalizi sono state sin dall’origine introdotte dal Parlamento in regime di autodichia (…). Tale autonomia è stata consapevolmente utilizzata per mettere in piedi un sistema insostenibile destinato a gravare in modo rilevante sui cittadini(…)”.

Ecco, la delibera va nella direzione di ridurre le asimmetrie nel trattamento fra i parlamentari e gli altri cittadini, e dunque le ingiustizie.

Mai più il metodo retributivo con cui si sono arricchiti anche dopo qualche giorno in Parlamento, ma il contributivo, proprio come tutti i cittadini.

Questa è una vittoria del M5s che da sempre si batte contro i privilegi della classe politica e non appena ha potuto li ha aboliti.

Il M5s che ha dimostrato che si può fare politica rinunciando ad indennità di carica, auto blu e parte dello stipendio.

Io personalmente ho restituito più di 200.000 euro e ho rinunciato ai circa 186.000 euro di indennità come Vice Presidente del Senato.

Lo abbiamo promesso e lo abbiamo fatto.

Adesso tocca ai vitalizi dei consiglieri regionali e alle pensioni d’oro.

Adesso nell’aria c’è profumo di speranza, la speranza che le cose si possano fare, che le promesse si possano mantenere, che le ingiustizie si possano cancellare.

In questo momento così importante io vorrei ringraziare 2 persone Beppe e Gianroberto, perché senza di loro quella che oggi è una realtà non sarebbe stata nemmeno un’utopia.

Tra pochi giorni, il 20 e il 21 ottobre, saremo al Circo Massimo per festeggiare tutti insieme con #Italia a 5 stelle.

Anche la prima edizione, quella del 2014, la organizzammo al Circo Massimo. Allora sognavamo di andare al Governo per eliminare i vitalizi, per dare il reddito di cittadinanza e restituire l’acqua pubblica ai cittadini.

Adesso tutto questo sta diventando realtà…

Che bella utopia!!!!